Tutto il bianco che trovo.

Tutto il bianco che trovo.

Tutti i tuoi segni tracciati sui vetri, prima fiato e poi punta delle dita, sono passati come passa l’inverno. Ma io li ricordo e li ricalco d’inchiostro su tutto il bianco che trovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *