Io, 1993, 12 anni.

Io, 1993, 12 anni.

“Bisogna che si smetta di cantare,
Che ogni musa ritorni sull’altare.
Che finiscano gli scherzi,
Che si dia il via ai pianti.
E banchetti di acqua e pane,
E la morte del giullare.
Che l’anima diventi muro per fermare le persone.
Che i tuoi occhi smettano di essere pozzi e tornino a guardare.
Senza trappole. Senza male.
E che tu non sia stanco, mai stanco di viaggiare,
Di venire su quest’isola e portarci il mare.”

Ph. Marta Bevacqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *