Il peso che ho perso.

Il peso che ho perso.

Ho perso il peso che davo al peso. Questo significa per me perdere peso. Ho perso il conto alla rovescia sulla bilancia, un numero che continuava a diminuire, quando mi allontanavo dalla terra, appesa al cappio stretto dell’angoscia.

Ho perso il peso di un corpo che amavo sul mio corpo, ed ho rischiato di perdere anche il mio. E quando mi ritrovo di fronte a qualcuno, che si aspettava di ritrovarmi ancora scheletro, mi fa tremare di indignazione quel “hai preso peso?”.

Sì. Ho preso il peso che tu dai al mio peso. La pesantezza della tua ignoranza. Non lo vedi? Non vedi che ora ci sono? Che ho preso peso, sì.

Ho preso il peso che mi ha ridato un corpo. Ho preso l’aderenza al mondo. Sono chi voglio. Non ho misure. Sono la mia pancetta, le mie voglie, la mia fame, la mia sete. Sono libera dalla paura di non essere come ero.

Sono bella. Sono rimasta. Guardami. Senza pesarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *