INSETA – petali di nulla

INSETA – petali di nulla

Sai che non ho mai saputo niente.
E che cadono petali di nulla
tra le pietre lisce. E che esserti lontano
è tuffarsi a capofitto in un incendio
per salvare un sogno.
E che l’autunno promette oro, ma seppellisce i mari

Sai che nei tuoi piedi c’è la rincorsa
e il salto a vuoto C’è uno sparo a salve.
Sai che ho decimato i miei sì
e ne ho lasciato uno piccolo e senza accento.
Sai che ho urlato così forte, un giorno,
da rendermi visibile alle stelle e al loro ritorno.

Perché tu sai.
che mi si rompono le ginocchia sotto i tuoi sguardi.
Che cado e bramo, e lecco resti.
Che imploro e impreco. Che scalcio e incasso.
Che la cometa muove la coda.
Come una lucertola. Senza poesia.

Luciana Manco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *